Drop SS21 Universe : -50% di sconto fino ad esaurimento scorte!

0

Il tuo cestino è vuoto

Chronologie de la Haute Couture et du Design au Japon
luglio 03, 2021

Cronologia dell'alta moda e del design in Giappone

8 minuti di lettura

il design giapponese incanta e ispira il mondo della moda e ha dato vita ad alcuni dei designer più talentuosi che l'industria abbia mai conosciuto. Ma la sua reputazione di innovazione non è nata dall'oggi al domani. Piuttosto, è il risultato di una lenta e meticolosa evoluzione che ha abbattuto le barriere culturali e, così facendo, ha ridisegnato i confini del mondo tra Oriente e Occidente, fino a diventare il moda giapponese che oggi conosciamo.

Allora scopriamo il cronologia dell'alta moda e del design in Giappone .


L'antica era giapponese

© Monovisions - Arnold Genthe

250 dC d.C.: Il periodo Kofun

Fu in questo periodo che i primi resoconti (anche se leggermente contestati) della storia del Giappone . Colonizzati da cinesi e coreani, i costumi dei primi giapponesi erano basati su quadrati di tessuto larghi e piatti, cuciti sul bordo e lontani dalla figura. La successiva introduzione del buddismo da parte della Corea conferisce alla cultura shintoista un più " continentale ".


1467-1477: la guerra civile di Onin

Una disputa di successione tra lo Shogun Ashikaga Yoshimasa e suo fratello minore porta a una spietata guerra civile. Nel 1473, lo shogun si stancò, passò le sue responsabilità a suo figlio e si ritirò a Kyoto dedicarsi alle esperienze estetiche. In concomitanza con l'emergere del Buddismo Zen, e forse in reazione alla violenza della guerra, adotta un arredamento modesto e rustico e nasce un nuovo apprezzamento culturale della semplicità. Sebbene non sia l'unica estetica dominante del tempo, è tipicamente giapponese e influenzerà gran parte dell'identità visiva e dello stile di abbigliamento del paese per i secoli a venire.


1868: La Restaurazione Meiji

L'era dello shogun termina con il ritorno dei poteri pratici dallo stato all'imperatore, che in precedenza era solo un prestanome. Questa rivoluzione fu motivata dalla necessità di modernizzazione, che divenne chiara nel 1853 quando una flotta armata americana sbarcò sulle coste giapponesi, desiderosa di aprire questo paese isolato al commercio con tutti i mezzi. I concetti di wafuku (vestito giapponese) e youfuku (vestito western) scontro mentre il secondo cerca di sorpassare il primo. Il Giappone si sforza di conciliare anni di feudalesimo con l'abilità tecnologica dell'Occidente. In breve, l'adozione da parte del Giappone del costume europeo inizia qui.

  • 1905 : Il Giappone sconfigge la Russia nella guerra russo-giapponese. La velocità della modernizzazione del Giappone sotto la Restaurazione Meiji sconvolge il mondo intero.
  • 1923 : La scuola di cucito Namiki è aperto per insegnare alle giovani donne come realizzare abiti secondo la tradizione europea e rispondere alla moda di abbigliamento in stile occidentale tra la ricca élite del Giappone.
  • 1936 : La scuola di cucito Namiki viene rinominata Bunka Fashion College .
  • 1938 : Nasce Issey Miyake. Kenzo Takada nasce l'anno successivo.
  • 1942 : è nata Rei Kawakubo. Yohji Yamamoto arriva un anno dopo.
  • 1944 : Nasce Kansai Yamamoto. Nessun legame familiare con Yohji.
  • 1945 : Issey Miyake assiste al lancio della bomba atomica su Hiroshima. Sopravvive zoppicando per tutta la vita e alla continua ricerca dell'utopia.
  • 1951 : Hanae Mori apre un laboratorio di progettazione di costumi per l'industria cinematografica giapponese in crescita.
  • 1958 : Kenzo Takada si iscrive a Bunka. È uno dei primi studenti maschi ad essere ammesso a questa scuola tradizionalmente per sole donne.

    1960-1980: La prima ondata

    © Envato Elements - oneinchpunchphotos

    • 1961 : Kenzo Takada si laurea insieme alle future star di moda giapponese Mitsuhiro Matsuda e Junko Koshino.
    • 1961/62 : Un viaggio a Parigi e una prova nel salone di couture di Coco Chanel mettono le cose in prospettiva per Hanae Mori. Presto inizia a lavorare alla sua collezione di prêt-à-porter. Mori diventa il primo stilista giapponese per essere riconosciuto a livello mondiale, vestendo le donne a Tokyo, Parigi e New York.
    • 1964 : Kenzo Takada si trasferisce a Parigi e inizia a lavorare come stilista freelance.
    • 1965 : Issey Miyake si è laureata in graphic design alla Tama Art University. Dopo aver visitato una fiera d'arte locale, si chiede perché il design della moda non sia lì. Miyake si trasferisce a Parigi per studiare haute couture all'Ecole de la Chambre Syndicale de la Couture parigina .
    • 1966 : Yohji Yamamoto si laurea a malincuore in legge alla Keio University.
    • 1968 : Mentre è apprendista nella bottega di Hubert De Givenchy , Issey Miyake assiste alle rivolte studentesche a Parigi. Ispirato dallo spirito della rivoluzione, è andato a New York per studiare prêt-à-porter con Geoffrey Beene.
    • 1969 : Yohji Yamamoto più entusiasticamente i laureati della Bunka.

    All'inizio degli anni '60, il mondo altezzoso di alta moda - dove regnano marchi di haute couture come Dior e Balenciaga - lascia il posto alle macchinazioni dell'era spaziale di Cardin, Courrèges, Rabanne e Ungaro. Ma dieci anni dopo, il loro sogno di fascino l'hi-tech a sua volta lascia il posto a un approccio molto più concreto. A Parigi, le rivolte studentesche sfidano le convenzioni dello status quo, la guerra del Vietnam suscita molti sentimenti di disagio sulla politica mondiale e la seconda ondata di femminismo dà alle donne una nuova prospettiva di vita. identita `di genere , più autonomo.

    Gli anni '70 vedono la prerogativa della moda passare da fantasie insopportabili ad una bellezza ispirata a realtà vitali e tangibili, dove si possono intuire i primi passi della streetwear giapponese . Con una prospettiva unica dall'Est e aziende di nuova costituzione, Kenzo Takada e Issey Miyake sono più che felici di aiutare. Con i loro tagli fantasiosi, costumi multiculturali e un'aura molto esotica, questi due stilisti di moda conquistare la moda e il mondo dell'alta moda. Salgono rapidamente ai vertici del mondo, diventando in pochi anni i principali artefici del gusto e delle tendenze.

    Kimono Cardigan

    Si uniscono a un gruppo elitario di designer internazionali che innovano nel campo della pronto da indossare e che, attraverso le loro creazioni audaci e intelligenti, dimostrano che questa forma di sartoria tradizionalmente meno importante può essere creativa quanto il alta moda . La moda non sarà più dominio esclusivo dei francesi. Questo gruppo di giovani audaci comprende Sonia Rykiel, Thierry Mugler, Jean Charles de Castelbajac, Claude Montana, Walter Albini, Giorgio Armani, Gianni Versace, Ottavio e Rosita Missoni, tra gli altri. Ogni stilista ora impone la sua firma.

    • 1970 : Kenzo Takada presenta la sua prima collezione a Parigi e apre il suo primo negozio, chiamato Jungle Jap. Miyake torna in Giappone e crea lo studio di design Issey Miyake . Ha presentato la sua prima collezione l'anno successivo a New York.
    • 1971 : Kansai Yamamoto presenta la sua prima collezione a Londra. Serve da contrappeso alla reputazione oscura e intellettuale che la moda giapponese alla fine acquisirà. Colorati, decorativi e divertenti, i vestiti di Kansai Yamamoto sono molto popolari e pop. Lui stesso diventa una figura pop. David Bowie ama i suoi vestiti.
    • 1973 : Dopo aver studiato belle arti e letteratura e aver lavorato nella pubblicità per il gigante tessile giapponese Asahi Kasei, Rei Kawakubo si è imbarcato nel design di abbigliamento e ha aperto come ragazzi Co., Ltd. a Tokio.
    • 1977 : Hanae Mori diventa la prima stilista giapponese (e asiatica per di più) ad essere ammessa alla Chambre Syndicale de la Haute Couture (scopri il nostro articolo completo su Hanae Mori qui ). Yohji Yamamoto presenta la sua prima collezione a Tokyo. Tsumori Chisato inizia a lavorare per Issey Miyake.

    1981-1988: La seconda ondata

    © Showstudio

    La natura morbida e rilassata degli anni '70 svanisce e gli anni '80 segnano un ritorno ad a fascino puro e duro, ostentato e apertamente ostentato che farebbe sembrare modesto anche Balmain. Dopo aver disegnato e mostrato i loro vestiti a Tokyo per un po', Rei Kawakubo e Yohji Yamamoto decidono di andare a Parigi. Il risultato è "catastrofico".

    Soprannominato in modo imbarazzante" Hiroshima chic ", i due uomini fanno piazza pulita delle complessità della moda occidentale e riscrivono inconsapevolmente le regole del gioco. Kawakubo e Yamamoto offrono un netto contrasto con l'eccesso degli anni '80: cerebrale, intellettuale, decostruito, grezzo. I loro vestiti sono come enigmi esistenziali resi in brandelli di nero, avvolgendo chi lo indossa nelle pieghe a cascata di un kimono sezionato. Aggressioni contro le convenzioni della bellezza occidentale, emanano un'aria di disaccordo che è altrettanto soddisfacente tollerare quanto rifiutare.

    L'establishment della moda si organizza rapidamente in due campi: quelli che capiscono e quelli che non capiscono. La maggior parte cade nel secondo. Ecco come Comme des Garçons e Yohji Yamamoto diventare l'uniforme non ufficiale dell'editore di moda esigente. Non mancano le sfilate di alta moda, case di moda presentare i propri prodotti per ogni stagione (primavera-estate e autunno-inverno) per convincere più persone possibile.

    • 1984 : Junya Watanabe si è laureato alla Bunka e ha iniziato a lavorare per Comme Des Garçons.
    • 1988 : Issey Miyake inizia a sperimentare con le pieghe. Jun Takahashi si iscrive a Bunka .
    • 1990 : Tsumori Chisato lascia Issey Miyake e si mette in proprio. Chitose Abe inizia a lavorare presso Comme Des Garçons, che offre articoli come felpe con cappuccio , che diventerà virale.
    • 1993 : Issey Miyake lancia pieghe per favore , una sottolinea innovativa che segna un nuovo periodo di creazione di abbigliamento per lo stilista, basato sull'ingegneria tessile. Junya Watanabe, supportata da Comme Des Garçons, inizia a creare con il proprio nome ea presentare le sue collezioni a Parigi. Jun Takahashi fonda Sotto copertura , che sarà conosciuto in particolare per magliette oversize , o almeno uno stile streetwear. Kenzo Takada vende la sua azienda a LVMH.
    • 1999 : Kenzo Takada si ritira per dedicarsi al suo interesse per l'arte. Issey Miyake lascia il mondo della moda e cede tutte le sue funzioni di stilista a Naoki Takizawa per concentrarsi sulla ricerca. Chitose Abe lancia Sacai.
    • 2003 : Jun Takahashi e Tsumori Chisato iniziano a mostrare i loro vestiti a Parigi .

    2003-2010: La terza ondata

    © CNN

    Oggi il moda giapponese è molto apprezzato in tutto il mondo per le sue innovazioni distintive nella fusione di abbigliamento orientale e occidentale. Non curandosi delle convenzioni, l'industria della moda ora si rivolge al Giappone per disegnare nuove idee, come ha fatto in passato per il haute couture francese . L'impatto del Giappone è già evidente nel lavoro dei designer belgi Ann Demeulemeester e Martin Margiela, che hanno adottato con entusiasmo il lavoro di Yohji Yamamoto e Rei Kawakubo.

    Pantalon Streetwear

    Negli anni che seguirono "Hiroshima Chic", una nuova generazione di Designer giapponesi emerso: il primo a nascere dopo la seconda guerra mondiale ea crescere nel comfort di un Giappone economicamente forte. Il loro sguardo, sebbene incantato al confronto, continua nella mente dei loro predecessori. Il grande stilista Junya Watanabe è in testa al gruppo, ma viene poi raggiunto dal grande couturier Tsumori Chisato, il prestigioso Jun Takahashi di Sotto copertura , Chitose Abe di Sacai, e altri top couturier, top designer e grandi nomi della moda.

    • 2013 : Lavorare sodo con il suo Laboratorio di realtà , Issey Miyake sta rilasciando la sua tanto attesa versione maschile di Pleats Please.
    • 2016 : Issey Miyake sta organizzando una retrospettiva completa al National Art Center in Tokyo . Questo è il primo sguardo completo al suo lavoro e alla sua innovazione. Rei Kawakubo presenta una collezione di punk reinventata con sfarzo e sfarzo del XVIII secolo. Continua a sezionare la bellezza occidentale. Yohji Yamamoto è ancora uno dei migliori talenti del settore.


    Oggi, questa cronologia di haute couture e design al giapponese ha segnato la storia dell'alta moda a livello internazionale. Troviamo tocchi giapponesi nei più grandi stilisti, nelle più grandi case di moda e nelle case di alta moda , sia nell'abbigliamento che nelle arti decorative. Maison Margiela, Maison Martin, Maison Balmain, Hermès, Franck Sorbier, Christian Dior Couture, Maria Grazia, Inès De La Fressange, Nina Ricci, Alexis Mabille, Stella McCartney, Ralph Lauren, Paul Poiret, Louis Vuitton, Yves Saint Laurent, Jean Paul Gaultier, Elsa Schiaparelli , e tanti altri.



    Vedi articolo completo

    Top 20 des Activites a Faire au Japon en Famille
    Top 20 des activités à faire au Japon en famille

    gennaio 18, 2022 11 minuti di lettura

    Si vous prévoyez de partir au Japon en famille, jetez un œil à ces 20 activités. Vous allez ainsi passer un séjour japonais familial et inoubliable.
    Squid Game 7 Animes Jeux et Films Japonais de Meme Genre
    Squid Game : 7 animés, jeux et films japonais de même genre

    gennaio 14, 2022 6 minuti di lettura

    Si vous avez aimé la série Squid Game, découvrez sans plus attendre d'autres animés, jeux vidéos, séries et films japonais sur le thème des jeux de mort.
    Petit Guide de Survie Pour Les Monstres Japonais de L Hiver
    Petit guide de survie pour les monstres japonais de l'hiver

    gennaio 06, 2022 5 minuti di lettura

    Si vous désirez voyager au Japon pendant l'hiver, ou simplement vous renseigner sur la culture nippone, découvrez les monstres japonais liés à l'hiver.