Drop SS21 Universe : -50% di sconto fino ad esaurimento scorte!

0

Il tuo cestino è vuoto

Les Parapluies Au Japon
gennaio 04, 2021

Ombrelloni in Giappone: il teatro Kabuki, ma non solo

6 minuti di lettura

La pioggia ci ha sempre travolto. Fino a quando un uomo intelligente non ha l'idea di mettere un tetto su un bastone e portarlo con sé! Grazie a questa nuova tecnologia, le persone potevano camminare dove volevano, sapendo che non si sarebbero bagnate. Gli ombrelli fanno quindi da tempo parte della vita quotidiana in Giappone, e sebbene li conosciamo principalmente attraverso il teatro, hanno molti altri ruoli.

Allora scopri in questo articolo ombrelli in Giappone: il teatro kabuki, ma non solo!


Dalla carta alla plastica

parapluie wagasa japon

Gli ombrelli di carta oliata sono una varietà inventata in Cina che si è diffusa in molti paesi vicini. Nessuno sa esattamente quando siano stati inventati gli ombrelli, ma si ritiene che siano arrivati ​​in Giappone attraverso la Corea durante il periodo Asuka (538-710). All'inizio, gli ombrelli erano un oggetto di lusso che aveva anche un significato spirituale. Ma nel corso dei secoli sono stati fatti dei cambiamenti, e ai tempi di Edo gli ombrelli sono diventati molto più comuni. Tuttavia, la produzione di ombrelli è stata oggetto di un grande lavoro artigianale.

Durante il periodo Edo (1603-1868), se eri un samurai a corto di missioni, fabbricare ombrelli in casa e venderli era un modo accettabile per guadagnare denaro extra. Gli ombrelli sono diventati anche una caratteristica comune delle arti visive e dello spettacolo. Dal periodo Meiji, e soprattutto dopo la seconda guerra mondiale, gli ombrelli tradizionali sono stati eclissati dagli ombrelli in stile occidentale. Dopo la seconda guerra mondiale, le tovaglie di plastica utilizzate dalle forze di occupazione hanno ispirato i fondatori dell'azienda White Rose, che ha creato il primo ombrello di plastica al mondo.

Kimono Cardigan

Questa tendenza è continuata al punto che gli ombrelli di plastica possono essere trovati in ogni minimarket in Giappone. Oggi, la maggior parte è prodotta in Cina e White Rose è l'unica azienda giapponese che produce ancora ombrelli di plastica. Ora ci sono pochissimi artigiani che producono ombrelli tradizionali, principalmente a Kyoto, Yodoe e nella prefettura di Gifu. Come il kimono giapponese o il famoso yukata giapponese, l'ombrello è diventato un accessorio caratteristico del Giappone.


Un ombrello per ogni occasione

femme japonaise parapluie

La parola giapponese per ombrelli è kasa. La parola per gli ombrelli di carta tradizionali è wagasa, o " ombrello giapponese". Tuttavia, ci sono diversi tipi.

  • I Bangasa sono ombrelli più grandi e pesanti, tipicamente usati dagli uomini.
  • Higasa, o " ombrelloni", non sono oliati e servono solo per fare ombra.
  • Gli Honshiki nodategasa sono più grandi e vengono utilizzati per eventi all'aperto, come una cerimonia del tè.
  • Ja no me kasa, o "ombrelli a occhio di serpente", prendono il nome dal loro modello di anelli concentrici che si potrebbe chiamare "occhio di bue". Sono spesso più leggeri, con meno costole, e sono generalmente usati dalle donne.
  • I Maigasa sono anche ombrelli leggeri e usati per ballare. In effetti, maigasa potrebbe essere solo un nome applicato a higasa quando viene utilizzato per ballare.

Possiamo anche sentire ombrelli designati dal loro luogo di origine, come Kyo wagasa o Gifu wagasa.


Specificità e costruzione

fabrication parapluie japonais

Scopriamo le differenze tra gli ombrelli giapponesi e quelli occidentali, e come sono fatti.


Ombrello giapponese vs ombrello occidentale

Wagasa differisce dagli ombrelli occidentali per alcuni importanti aspetti. Più ovvia è la decisione controintuitiva di realizzare Wagasa con la carta, un materiale per nulla impermeabile. Ma la carta è ricoperta di olio, che li protegge molto bene dalla pioggia. Wagasa si apre anche in modo diverso dagli ombrelli occidentali. Hanno 30-70 stecche di bambù che si allungano quando l' ombrello viene aperto, spiegando con esso la carta (che è fissata per tutta la lunghezza delle grandi nervature esterne).

Gli ombrelli occidentali si aprono quando la tensione delle nervature metalliche costringe il coperchio ad aprirsi, ed entrambi di solito sono attaccati solo nei punti chiave. Queste differenze fanno sì che le nervature di un wagasa aperto rimangano dritte, mentre quelle di un ombrello occidentale si curvano, creando una cupola. Infine, i wagasa chiusi hanno una maniglia verso il basso, anziché verso l'alto come gli ombrelli occidentali.

parapluies japonais colorés


Fare un ombrello giapponese

Per cominciare, l'artigiano prepara i materiali. Quindi fissa il telaio bambù alla struttura apri/chiudi. Ciò significa posizionare le numerose nervature in quello che è essenzialmente un anello di legno con delle tacche ritagliate e quindi infilare tutte le nervature insieme a quella base. Successivamente, un grosso pezzo di washi (carta tradizionale) viene tagliato e incollato alle costole. Dopo l'essiccazione, la carta viene colorata e decorata prima di essere spalmata con olio di lino per l'impermeabilizzazione.

Bonnet Streetwear

Dovrebbe quindi asciugarsi di nuovo per alcuni giorni o settimane. Infine, vengono attaccati alcuni altri pezzi o decorazioni. I gesti sono soggetti a ripetizioni multiple. Immagina la scena: il produttore ripete i suoi gesti professionali. Anzi, lungi dall'essere un dilettante, egli stesso svolge il ruolo di decoratore ad ogni prova della realizzazione di un ombrello. La lingua giapponese è piena di espressioni su questo argomento e troviamo questo metodo di fabbricazione nei fan giapponesi.


Ombrelli nella cultura giapponese

femmes japonaises parapluies nippons wagasa

Mentre gli ombrelli sono chiaramente accessori essenziali in Giappone, quali sono i loro usi principali nella cultura della terra del sol levante?


A teatro

Nella commedia kabuki " Sukeroku", presentata per la prima volta nel 1713, il personaggio principale indossa un trucco unico, una fascia viola e un ombrello ja no me. Un po' un playboy, lo usa per tenere in ordine i suoi capelli mentre vaga per le strade di Yoshiwara. Ci sono un certo numero di danze con gli ombrelli, alcune delle quali sono presenti in pezzi kabuki, o sono ispirate a dette danze kabuki. Altre danze con gli ombrelli possono essere viste in alcuni festival. Ad esempio, a Tottori puoi vedere un ballo con gli ombrelli ogni anno ad agosto.

In concomitanza con O-Bon, lo Shan Shan Matsuri presenta una sfilata di ballerini con ombrelli arcobaleno. Apparentemente è iniziato come un modo per pregare per la pioggia. Sono stati persino elencati nel Guinness dei primati per la "Greatest Umbrella Dance", con 1.688 partecipanti. Capirete, è soprattutto in teatro che si è fatto conoscere l' ombrello giapponese, in mezzo ai costumi (che ritroviamo oggigiorno nei cosplay) . Le commedie sono per lo più drammi, e nel mondo teatrale questo non è raro (Francia e Giappone almeno hanno questo in comune).

théâtre kabuki scène japonaise

L' influenza giapponese dei teatri e delle commedie si sta diffondendo nel mondo dell'arte teatrale, e non mancano i drammaturghi. La drammaturgia ha preso un posto considerevole nel campo del teatro, e ombrelli sono illustrati in molti spettacoli, così da provocare nello spettatore un sentimento di familiarità. Il teatro presenta spesso un interprete (attore) epico, comico, lirico o tragico dotato di un ombrello, e il risultato è spesso inaspettato. Per mettere in scena uno spettacolo teatrale di qualità, il dramma teatrale giapponese attinge alla cultura del Giappone, come abbiamo appena visto con gli ombrelli.


Le storie

I Wagasa sono strumenti finemente lavorati e splendidamente decorati. Se mantenuti, potrebbero durare per decenni. Ma quando un ombrello sopravvive cent'anni, può diventare qualcos'altro... altro. Con due braccia, un occhio e una gamba, un ombrello può diventare un kasa obake o un karakasa kozo. Questi sono esempi di tsukumogami: oggetti quotidiani che hanno raggiunto una grande età e prendono vita.

I kasa obake non sono particolarmente dannosi, ma un po' dispettosi e possono darti una carezza. C'è anche un cugino meno conosciuto, il karakasa hone o "ombrello d'ossa". È un logoro ombrello che vola verso il cielo con tempo umido e ventoso. È un presagio di maltempo. In ogni caso, sono soprattutto i ruoli femminili a tenere l'ombrello, così come le maschere, il trucco e ogni effetto teatrale o gestuale della cultura giapponese.

wagasa parapluie japon


Arte giapponese

gli ombrelli sono una caratteristica comune della vita di tutti i giorni, e inoltre sono esteticamente gradevoli. Che siano nelle mani di attori, geishe o comuni cittadini, ci sono molti ukiyo-e con ombrelli. Gli ombrelli giapponesi hanno persino trovato il loro posto nei dipinti di artisti occidentali. Si trovano anche nei manga, nelle mani delle geishe o nelle arti marziali (sumo, karate). Sono illustrati nel panorama teatrale (in tragedia) ma anche artistico in generale (calligrafia, ikebana, bambole giapponesi, origami, cinema giapponese, ecc.), in più città del Giappone cultura: Okinawa, Osaka, Tokyo, ma anche in Occidente.



Se per te un viaggio in Giappone è stato: un monaco del buddismo zen, cucina giapponese come tofu, sushi, sakè, o anche ciliegi, hai appena scoperto che la terra del nascente il sole è pieno di sorprese sorprendenti. Dal samurai al teatro professionale, l'ombrello incuriosisce e ispira reazione. Ora sai che questo elemento tradizionale giapponese ha una lunga storia. Pensaci la prossima volta che ne vedi uno!



Vedi articolo completo

Top 20 des Activites a Faire au Japon en Famille
Top 20 des activités à faire au Japon en famille

gennaio 18, 2022 11 minuti di lettura

Si vous prévoyez de partir au Japon en famille, jetez un œil à ces 20 activités. Vous allez ainsi passer un séjour japonais familial et inoubliable.
Squid Game 7 Animes Jeux et Films Japonais de Meme Genre
Squid Game : 7 animés, jeux et films japonais de même genre

gennaio 14, 2022 6 minuti di lettura

Si vous avez aimé la série Squid Game, découvrez sans plus attendre d'autres animés, jeux vidéos, séries et films japonais sur le thème des jeux de mort.
Petit Guide de Survie Pour Les Monstres Japonais de L Hiver
Petit guide de survie pour les monstres japonais de l'hiver

gennaio 06, 2022 5 minuti di lettura

Si vous désirez voyager au Japon pendant l'hiver, ou simplement vous renseigner sur la culture nippone, découvrez les monstres japonais liés à l'hiver.