Drop SS21 Universe : -50% di sconto fino ad esaurimento scorte!

0

Il tuo cestino è vuoto

Top 8 Createurs de Mode Japonais
marzo 26, 2021

I migliori 8 stilisti giapponesi

9 minuti di lettura

il design giapponese ha fatto la sua prima vera impressione nel mondo della moda nel 1982, quando una dozzina di stilisti hanno presentato le loro collezioni a Parigi. Da allora, a questa lista si sono aggiunti diversi grandi nomi. Oggi è il moda di strada che sta guidando la corsa e i giovani giapponesi sono alla moda come i loro coetanei in tutto il mondo, come dimostra la nostra bellissima boutique streetwear 100% giapponese . Ma i designer affermati svolgono ancora un ruolo importante nel definire le tendenze della moda globale e giapponese.

Allora scopri con noi il i migliori 8 stilisti giapponesi .


Chi sono gli 8 migliori stilisti in Giappone?

créateurs de mode japonais

Questa sezione presenta una serie di profili di giapponesi che si sono affermati nel mondo della moda internazionale. Come abbiamo detto nell'introduzione, questi Stilisti giapponesi sono un riferimento, ma le loro creazioni sono anche utilizzate, soprattutto in uno spirito abbigliamento di strada , che sta crescendo esponenzialmente.


1) Nigo

Figlio di un metalmeccanico e di un'infermiera e nato a Maebashi nel 1970, Nagao tomoaki è meglio conosciuto al mondo come Nigo. Stilista, DJ, produttore discografico e imprenditore, è meglio conosciuto come il creatore della linea di abbigliamento urbano in balneazione scimmia . È anche il DJ del gruppo hip-hop giapponese Teriyaki Boyz. Nigo, studente del Bunka Fashion College, dice che la sua vera educazione è stata nei locali notturni di Tokyo . Appassionato di hip-hop, l'aspirante DJ ha iniziato a vestirsi come le icone che ha trovato sulle copertine dei dischi: Public Enemy, LL Cool J e The Beastie Boys.

Bonnet Streetwear

Ha fondato Nowhere, Co. nel 1993 e ha iniziato con una boutique di moda di nicchia che vendeva una varietà di marchi di streetwear importato e scarpe Adidas e Nike, che sono diventate molto popolari tra gli adolescenti. Il successo del marchio iconico in balneazione scimmia si basava in gran parte sulla scarsità: la produzione era sempre una frazione della domanda e lunghe code si formavano fuori dal negozio quando nuove t-shirt e felpe con cappuccio la stampa mimetica è stata lanciata.

nigo mode japonaise a bape

Il successo del marchio nelle strade ha visto le vendite espandersi in dozzine di negozi in tutto il Giappone , ma Nigo ha ridotto tutto a un unico flagship store nel 1998 senza vedere alcun calo delle vendite complessive. Nel 2002, Nigo ha lanciato le sneakers Bapesta, che il presentatore televisivo britannico e giapponese Jonathan Ross ha descritto come "l'epitome della scarpa da collezione". Nel 2005, Nigo ha collaborato con Pharrell Williams per creare e lanciare i marchi streetwear Billionaire Boys Club e Ice Cream. Questa mossa è stata seguita dal supporto di una serie di altri rapper come Kanye West e Lil Wayne, che hanno posizionato il marchio in cima alla classifica stile hip-hop .

Fu in questo momento che Nigo ha iniziato a produrre tracce e fare il DJ con il gruppo rap giapponese Teriyaki Boyz. Nel 2011 la situazione dell'azienda è peggiorata: Nigo è stata costretta a vendere il 90% del marchio BAPE a un acquirente di Hong Kong. Nel 2014 è diventato il direttore creativo del marchio UT di Uniqlo e del suo nuovo marchio Human Made, che si concentra su riproduzioni vintage di alta qualità. La sua eredità nel mondo di moda streetwear giapponese è vasto, come si può vedere con oggetti come questo t-shirt streetwear , inevitabile.


2) Kawakubo Rei

Creatore e fondatore dell'etichetta come ragazzi , Kawakubo è considerato uno dei grandi nomi della moda. Ha studiato filosofia presso la prestigiosa Keio University nella sua città natale di Tokyo . Ha fondato la sua azienda nel 1973 e ha presentato la sua prima mostra a Parigi nel 1981. La collezione è stata soprannominata "Hiroshima chic" per l'uso di colori scuri, in particolare il nero, che all'epoca non era popolare. Ha anche rifiutato di obbedire alle nozioni accettate di figura e linea del corpo, con protuberanze sporgenti da creare disegni drammatico e innovativo.

Kawakubo Rei créatrice japonaise

Kawakubo rei , sebbene originariamente nota per le sue opere che utilizzavano una tavolozza scura, in seguito iniziò a utilizzare colori più luminosi. Ha detto: "Il nero non è più forte ed è diventato più difficile da usare". I disegni di come ragazzi includono elementi come un mix di colori chiari e scuri, tasche stravaganti o rovesciate, spalle mimetiche e maniche extra lunghe.

Kawakubo ha vinto il Mainichi Fashion Grand Prize nel 1983 ed è stato onorato dal Istituto di tecnologia della moda nel 1987 come una delle donne più importanti del design del Novecento. La sua carriera universitaria è forse all'origine del suo approccio piuttosto cerebrale a design e ha lavorato con gruppi di danza e una vasta gamma di fotografi. Allo stesso modo, i vestiti e gli accessori di questo fashion stylist sono creativi, il mondo della moda è profondamente capovolto. Per le donne, ma anche per gli uomini e in particolare per i giovani, Kawakubo rei e i suoi vestiti sono stimolanti.


3) Issey Miyake

Conosciuto all'estero con il suo marchio Issey Miyake , questo designer è nato nella prefettura di Hiroshima e si è laureato in graphic design alla Tama University of the Arts. Ha vinto il Premio Mainichi Design nel 1976. Miyake è meglio conosciuto per i suoi design non convenzionali e le sue interpretazioni di design tessili tradizionali in vari materiali moderni. Crea questi tessuti con il suo assistente Minagawa Makiko .

Issey Miyake mode japon

Dal 1966 al 1968, Miyake ha lavorato per Guy Laroche e Givenchy a Parigi e l'anno successivo ha lavorato per Geoffrey Beene a New York. Nel 1970 apre il Miyake Design Studio e nel 1971 crea Miyake International Inc. Miyake presenta la sua prima collezione nel 1971 al Tokyo ea New York, ea Parigi per la prima volta nel 1973. Ha creato una società di design in Francia nel 1979 e negli Stati Uniti nel 1982. Le opere di Miyake sono spesso viste nei teatri o nei musei. Ad esempio, nel 1988 si tiene una sua mostra al Museo delle Arti Decorative di Parigi e nello stesso anno progetta alcuni costumi per il Balletto di Francoforte.

Pull Japonais

Da questa collaborazione, le sue creazioni hanno incluso molti tipi di tessuti plissettati. Dal 1990, uno dei suoi marchi più popolari è stato Issey Miyake pieghe per favore . Riguardo al suo lavoro, Miyake dice: "Questi vestiti non sono involucri. Puoi capirli come vuoi, puoi indossarli come vuoi". Questa cultura della moda molto alla moda è simile allo streetwear molto alla moda e allo stile di abbigliamento personalizzabile, come possiamo trovare con questo felpa . Tutti traggono vantaggio dall'avere articoli originali come questo nel loro armadio.


4) Mori Hanae

Famoso in tutto il mondo per i suoi straordinari modelli di moda, Mori ha anche disegnato uniformi per funzionari governativi in Cina, costumi per i registi Kurosawa Akira e Mizoguchi Kenji e abiti per la principessa Masako. Forse il primo stilista giapponese per ottenere il riconoscimento internazionale, nel 1977 diventa il primo e unico membro giapponese della Chambre Syndicale de la Haute Couture, l'organo di governo della moda francese. Nato nella prefettura di Shimane, Mori era uno studente della Christian Feminine University of Tokyo finché non fu costretta a partecipare allo sforzo bellico lavorando in una fabbrica.

Mori Hanae designer japonaise

Dopo la guerra sposò un membro del industria tessile e ha frequentato una scuola di design. Ha avviato un'attività di produzione di abbigliamento per clienti privati e compagnie teatrali. Dopo un incontro casuale con Coco Chanel a Parigi nel 1960, decide di intraprendere una carriera nell'alta moda. Dopo essersi formata negli Stati Uniti, Mori ha tenuto la sua prima collezione di prêt-à-porter a New York nel 1965. Poco dopo ha aperto una boutique a Tokyo .

I suoi progetti colmano il divario tra temi occidentali e orientali. Tasti come personaggi kanji utilizzato in un modello, le maniche a kimono su un abito da sera o un collo alla coreana su una giacca sono tipici. Questi elementi di moda si trovano anche nella moda abbigliamento di strada giapponese, con vestiti come questi kimono cardigan . Anche le grandi case di moda (case di alta moda) lo stanno facendo, alcuni stilisti e giovani stilisti addirittura li adornano con pizzi o altri materiali chic.


5) Takada Kenzo

Takada era uno dei sette figli della sua famiglia e ha sviluppato un interesse per la moda leggendo le riviste delle sue sorelle. Nato a Himeiji City, prefettura di Hyogo, ha lasciato la Kobe University per cercare di diventare uno dei primi studenti maschi del Bunka Fashion College di Tokyo (Bunkafukuso Gakuin). I suoi genitori non approvavano le sue ambizioni di carriera e dovette lavorare part-time a Tokyo per mantenersi mentre frequentava i corsi serali per prepararsi al messa in piega .

créateur mode Takada Kenzo

Dopo sei mesi è stato finalmente accettato in questa prestigiosa scuola e la determinazione che lo ha portato lì lo ha servito bene in futuro. Nel 1964, Takada si trasferì a Parigi e inizia in fondo alla scala dell'industria della moda. Dopo aver stabilito abbastanza contatti, ha lavorato come stilista freelance e ha aperto la sua prima boutique "Jungle Jap" nel 1970. I primi lavori di Takada sono stati fortemente ispirati da stili tradizionali giapponesi , ma sono le sue creazioni "grandi sagome" che attirano l'attenzione di tutto il mondo.

I suoi disegni lo hanno reso un vero pioniere della moda giovane. In Giappone , è considerato un pioniere che ha portato il design del moda giapponese al mondo intero. Sempre molto selettiva nella scelta dei suoi tessuti, Takada si è rivolta negli ultimi anni alla progettazione di rivestimenti per mobili e articoli per la casa. Nel settembre 1999, ha annunciato che avrebbe consegnato le redini della sua casa di moda ai suoi assistenti. Sfortunatamente, Takada è morto all'età di 81 anni nell'ottobre 2020 dopo aver contratto il coronavirus.


6) Yamamoto Yohji

Nato a Tokyo e laureato presso la prestigiosa Keio University e Bunka Fashion School (Bunkafukuso Gakuin), Yamamoto è un appassionato appassionato di armonica e un fan di Bob Dylan. Nel 1970 inizia a creare abiti per le donne. Due anni dopo, ha creato la sua azienda, Y's, e ha presentato la sua prima collezione a Tokyo nel 1977.

Yamamoto Yohji

Il suo stile "populista" attira un numero crescente di seguaci e ottiene finalmente più riconoscimenti dopo aver presentato la sua collezione primavera/estate al Parigi nel 1983. Yamamoto utilizza una tavolozza semplice - nero, blu navy e bianco - con occasionali tocchi di colore e uno stile sofisticato ma sobrio per creare vestiti per uomini e donne che diventano subito dei classici senza tempo. "Le persone della mia generazione sono state ingannate dal successo economico: durante la nostra giovinezza, l'industria ha continuato a produrre nuovi prodotti a cui non potevamo credere perché sapevamo che domani sarebbero passati di moda. È diventata la prima generazione a indossare Seconda mano ".

Yamamoto è l'unico stilista giapponese di aver ricevuto il titolo di Chevalier de l'Ordre des Arts et Lettres in Francia. Ha vinto il Mainichi Fashion Grand Prix nel 1986. Oggi la sua azienda guadagna più di cento milioni di dollari l'anno e crea, oltre alla linea di abbigliamento Y, costumi set di opere e balletti per alcune delle compagnie più importanti del mondo.


7) Maruyama Keita

Laureato al Bunka Fashion College (Bunkafukuso Gakuin), Maruyama è stata affascinata dalla moda fin dalla sua infanzia. Dopo aver lavorato come stilista di abbigliamento freelance per artisti, ha iniziato come stilista indipendente nel 1994 e tre anni dopo ha presentato la sua prima mostra a Parigi. Le creazioni di Maruyama sono molto diverse da quelle dei grandi designer giapponesi. In questo senso, non è facilmente riconoscibile come un designer giapponese in Europa. Usa motivi più chiaramente orientali e "introduce l'essenza di kimono "nelle sue creazioni.

Maruyama Keita créateur nippon

Vorrebbe aumentare la popolarità di kimono tra i giovani giapponesi e ha lanciato una collezione di kimono nell'autunno del 1999, sebbene fosse consapevole della sua impraticabilità nella vita moderna. I vestiti di Maruyama sono progettati per "finire in un negozio di antiquariato piuttosto che in un museo", per essere tramandati piuttosto che semplicemente consumati. All'estero, i suoi design sono disponibili negli Stati Uniti e in Europa, nonché a Hong Kong e Taiwan. La couture parigina e la sfilata non sono elementi così presenti nel lavoro di Maruyama Keita , ma ciò non cambia l'essenza delle sue creazioni.


8) Yamamoto Kansai

Conosciuto per le sue collezioni d'avanguardia e per il modo spettacolare in cui si mescola modelli giapponesi tradizionale con colori stravaganti luminosi e audaci, è forse più famoso per la sua collaborazione con l'icona rock / pop David Bowie. Nato a Yokohama nel 1944, aveva intenzione di studiare ingegneria ma invece si è rivolto al Fashion design . Nel 1971 è stato il primo designer giapponese a partecipare al prestigioso Settimana della moda da Londra, dove il suo spettacolo è stato descritto dalla rivista Harpers & Queen come "lo spettacolo dell'anno... un colpo di scena spettacolare".

Questo successo lo ha portato a progettare molte parti capi di abbigliamento per i tour di Bowie di Ziggy Stardust e Aladdin Sane nei primi anni '70, incluso un famoso mantello bianco ricoperto di personaggi kanji . Ha anche disegnato abiti per altre superstar della musica, tra cui Elton John, Stevie Wonder e John Lennon. Yamamoto ha partecipato a eventi di moda in tutto il mondo, a New York, Parigi e Londra, fino al 1992.

Yamamoto Kansai

Ha anche creato quelli che ha chiamato "super spettacoli", che hanno riunito elementi di moda , musica e danza, in luoghi diversi come India, Russia e Vietnam. Secondo quanto riferito, la parata di Mosca del 1993, tenutasi nella Piazza Rossa, attirò 120.000 persone. Oltre la moda, Yamamoto ha anche progettato sedi ed eventi sociali, tra cui per il vertice del G8 del 2008 a Tokyo, e il treno Skyliner che collega l'aeroporto di Narita a Tokyo alla capitale. Purtroppo, Yamamoto è morto nel luglio 2020 di leucemia.



È ovvio che il Giappone è una terra di creatori, che si può vedere in particolare durante il Settimana della moda , dove è presente un gran numero di designer giapponesi. Che si tratti di classici come gonna, pantaloni di jeans, lingerie, tacchi o completi, questi stilisti di moda sono illustrati anche aggiornando il gusto del giorno la blusa o l'arte della pelletteria. Se non perdono mai di vista il loro Influenze giapponesi , questi designer hanno molto da dare al mondo della moda e lo stanno già facendo.



Vedi articolo completo

Top 20 des Activites a Faire au Japon en Famille
Top 20 des activités à faire au Japon en famille

gennaio 18, 2022 11 minuti di lettura

Si vous prévoyez de partir au Japon en famille, jetez un œil à ces 20 activités. Vous allez ainsi passer un séjour japonais familial et inoubliable.
Squid Game 7 Animes Jeux et Films Japonais de Meme Genre
Squid Game : 7 animés, jeux et films japonais de même genre

gennaio 14, 2022 6 minuti di lettura

Si vous avez aimé la série Squid Game, découvrez sans plus attendre d'autres animés, jeux vidéos, séries et films japonais sur le thème des jeux de mort.
Petit Guide de Survie Pour Les Monstres Japonais de L Hiver
Petit guide de survie pour les monstres japonais de l'hiver

gennaio 06, 2022 5 minuti di lettura

Si vous désirez voyager au Japon pendant l'hiver, ou simplement vous renseigner sur la culture nippone, découvrez les monstres japonais liés à l'hiver.